Il Brasile, espressione di una cultura forgiata dalla congiunzione di innumerevoli apporti, si presenta come luogo privilegiato per incentrare l’attenzione sui fenomeni della modernità e per tentare la ricerca di nuove strade da seguire, aperte a capire, con sensibilità, i bisogni e le nuove sollecitazioni del presente. I contenuti proposti da questo libro muovono dalla storia, una storia recente tra modernità e contemporaneità che diviene uno dei “materiali” alla base della formulazione di un metodo progettuale. Si tratta di un processo di “continuità” che della storia, e quindi degli esempi studiati e analizzati nel libro, evidenzia processi e modalità, ragioni ed evoluzioni, al fine di attualizzare le logiche che l’hanno sostanziata. Il progetto di architettura non guarda agli “esiti” della storia, ma vuole farne propri i processi metodologici. La ricerca interviene proprio nel processo continuo e ininterrotto di una tradizione storica, recente finché si vuole, ma che sa valutare le potenzialità offerte dalle conoscenze contemporanee, dalle tecnologie e dagli usi attuali, attraverso continui, a volte sottili, a volte eversivi, interventi di innovazione e integrazione. Questo lavoro racconta il desiderio del viaggio: esso potrebbe sostanzialmente informare, anche da solo, il contenuto di questo libro. Viaggio per conoscere più da vicino le regioni di quell’immenso Paese di frontiera, quelle città, quegli edifici e architetture che sono stati magari oggetto di studio, o anche solo di curiosità, nelle aule e nelle biblioteche, lontano dai presunti “centri” ufficiali della produzione architettonica. Il volume presenta una panoramica, attraverso circa cento progetti, della produzione architettonica brasiliana contemporanea, con una sezione dedicata ai maestri del XX secolo. La selezione di opere significative dei più importanti architetti del Novecento brasiliano, tra i quali Marcelo e Milton Roberto, Alvaro Vital, Affonso Eduardo Reidy, Lucio Costa, Oscar Niemeyer, Lina Bo Bardi e Rino Levi, traccia un quadro completo degli antecedenti storici, importante per capire e per leggere l’evoluzione dell’architettura brasiliana attuale. L’architettura contemporanea è raccontata attraverso le diverse aree geografiche del Paese che, nella enorme dimensione territoriale, rivela la sua unicità pur nel costante rispetto per la specificità culturale di ogni singola area. Le regioni e città rappresentate sono San Paolo e la scuola paulista, Rio de Janeiro, Belo Horizonte e il Minas Gerais, Brasilia, Curitiba, Porto Alegre, Recife, la Regione Norte con Manaus e Belém. E’ possibile cogliere affinità e diversità, temi e relazioni che rispetto alle caratteristiche fisiche, storiche e culturali di ogni singola Regione si ritrovano nei progetti di architettura.

Architettura contemporanea in Brasile

GIARDIELLO, PAOLO
;
SANTANGELO, MARIA ROSARIA
2006

Abstract

Il Brasile, espressione di una cultura forgiata dalla congiunzione di innumerevoli apporti, si presenta come luogo privilegiato per incentrare l’attenzione sui fenomeni della modernità e per tentare la ricerca di nuove strade da seguire, aperte a capire, con sensibilità, i bisogni e le nuove sollecitazioni del presente. I contenuti proposti da questo libro muovono dalla storia, una storia recente tra modernità e contemporaneità che diviene uno dei “materiali” alla base della formulazione di un metodo progettuale. Si tratta di un processo di “continuità” che della storia, e quindi degli esempi studiati e analizzati nel libro, evidenzia processi e modalità, ragioni ed evoluzioni, al fine di attualizzare le logiche che l’hanno sostanziata. Il progetto di architettura non guarda agli “esiti” della storia, ma vuole farne propri i processi metodologici. La ricerca interviene proprio nel processo continuo e ininterrotto di una tradizione storica, recente finché si vuole, ma che sa valutare le potenzialità offerte dalle conoscenze contemporanee, dalle tecnologie e dagli usi attuali, attraverso continui, a volte sottili, a volte eversivi, interventi di innovazione e integrazione. Questo lavoro racconta il desiderio del viaggio: esso potrebbe sostanzialmente informare, anche da solo, il contenuto di questo libro. Viaggio per conoscere più da vicino le regioni di quell’immenso Paese di frontiera, quelle città, quegli edifici e architetture che sono stati magari oggetto di studio, o anche solo di curiosità, nelle aule e nelle biblioteche, lontano dai presunti “centri” ufficiali della produzione architettonica. Il volume presenta una panoramica, attraverso circa cento progetti, della produzione architettonica brasiliana contemporanea, con una sezione dedicata ai maestri del XX secolo. La selezione di opere significative dei più importanti architetti del Novecento brasiliano, tra i quali Marcelo e Milton Roberto, Alvaro Vital, Affonso Eduardo Reidy, Lucio Costa, Oscar Niemeyer, Lina Bo Bardi e Rino Levi, traccia un quadro completo degli antecedenti storici, importante per capire e per leggere l’evoluzione dell’architettura brasiliana attuale. L’architettura contemporanea è raccontata attraverso le diverse aree geografiche del Paese che, nella enorme dimensione territoriale, rivela la sua unicità pur nel costante rispetto per la specificità culturale di ogni singola area. Le regioni e città rappresentate sono San Paolo e la scuola paulista, Rio de Janeiro, Belo Horizonte e il Minas Gerais, Brasilia, Curitiba, Porto Alegre, Recife, la Regione Norte con Manaus e Belém. E’ possibile cogliere affinità e diversità, temi e relazioni che rispetto alle caratteristiche fisiche, storiche e culturali di ogni singola Regione si ritrovano nei progetti di architettura.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2006_p.giardiello m. santangelo_architettura contemporanea in brasile.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 14.86 MB
Formato Adobe PDF
14.86 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/116038
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact