Una novella di Masuccio e una lettera di Alfonso Duca di Calabria