Il saggio tenta di approfondire il tema di Boccaccio architetto di codici e costruttore di innovative forme grafiche, espressioni privilegiate della sua straordinaria attività di autore-copista- editore. L’itinerario è articolato sui quattro colori che più di frequente si mostrano agli occhi di chi scorre le carte degli autografi del Certaldese: il nero, il bianco, il rosso e il blu; essi non stati prescelti per i loro significati simbolici, ma in un’accezione puramente codicologica, come punto di avvio per considerazioni sulle architetture della pagina e come indizi utili a riconsiderare le modalità di confezione di alcuni complessi contenitori librari boccacciani.

Black, White, Red and Blu: Spaces and Colors in Boccaccio's Autographs

cursi, marco
2022

Abstract

Il saggio tenta di approfondire il tema di Boccaccio architetto di codici e costruttore di innovative forme grafiche, espressioni privilegiate della sua straordinaria attività di autore-copista- editore. L’itinerario è articolato sui quattro colori che più di frequente si mostrano agli occhi di chi scorre le carte degli autografi del Certaldese: il nero, il bianco, il rosso e il blu; essi non stati prescelti per i loro significati simbolici, ma in un’accezione puramente codicologica, come punto di avvio per considerazioni sulle architetture della pagina e come indizi utili a riconsiderare le modalità di confezione di alcuni complessi contenitori librari boccacciani.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/901371
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact