Il presente lavoro offre un’analisi delle iniziative avanzate in ambito europeo sulla regolamentazione dell’impiego dell’IA per la valutazione delle persone fisiche, con particolare riguardo alle disposizioni contenute nella Proposta di Regolamento sull’IA recentemente elaborata dalla Commissione UE. Lo studio si occupa di verificare, in prospettiva de jure condendo, se il corpus normativo predisposto dal legislatore europeo risulta rispettoso dei valori, dei diritti fondamentali e dei principi dell’UE e adeguato a soddisfare il dichiarato intento di assicurare lo sviluppo di sistemi basati sull’IA che siano in ogni caso affidabili, etici e sicuri.

L'impiego dell'IA per condizionare e valutare le persone tra limitazioni e divieti: qualche considerazione critica sulla proposta di Regolamento sull'IA elaborata dalla Commissione europea

Daniela Di Sabato;Gianfranco Alfano
2022

Abstract

Il presente lavoro offre un’analisi delle iniziative avanzate in ambito europeo sulla regolamentazione dell’impiego dell’IA per la valutazione delle persone fisiche, con particolare riguardo alle disposizioni contenute nella Proposta di Regolamento sull’IA recentemente elaborata dalla Commissione UE. Lo studio si occupa di verificare, in prospettiva de jure condendo, se il corpus normativo predisposto dal legislatore europeo risulta rispettoso dei valori, dei diritti fondamentali e dei principi dell’UE e adeguato a soddisfare il dichiarato intento di assicurare lo sviluppo di sistemi basati sull’IA che siano in ogni caso affidabili, etici e sicuri.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/898647
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact