Il problema dell’equilibrio contrattuale deve essere coniugato sulla base dello specifico ruolo svolto in concreto dall’algoritmo nell’àmbito della contrattazione, fermo restando la differenziazione rispetto all’utilizzo degli algoritmi esclusivamente per l’esecuzione del contratto. Lo sviluppo delle nuove tecnologie ha proposto in termini inediti il tradizionale problema della giustizia contrattuale. L’utilizzazione di strumenti predittivi delle scelte negoziali altrui esprime il sostanziale assoggettamento delle persone. Pertanto, il potere esercitato con i sistemi di AI oltrepassa il profilo economico-sociale suscettibile di essere eteroregolamentato.

Equilibrio e contrattazione algoritmica

Andrea Federico
2021

Abstract

Il problema dell’equilibrio contrattuale deve essere coniugato sulla base dello specifico ruolo svolto in concreto dall’algoritmo nell’àmbito della contrattazione, fermo restando la differenziazione rispetto all’utilizzo degli algoritmi esclusivamente per l’esecuzione del contratto. Lo sviluppo delle nuove tecnologie ha proposto in termini inediti il tradizionale problema della giustizia contrattuale. L’utilizzazione di strumenti predittivi delle scelte negoziali altrui esprime il sostanziale assoggettamento delle persone. Pertanto, il potere esercitato con i sistemi di AI oltrepassa il profilo economico-sociale suscettibile di essere eteroregolamentato.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
estratto-A.Federico-Rass-dir-civ-2-21.pdf

Riservato

Dimensione 323.1 kB
Formato Adobe PDF
323.1 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/898031
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact