Il presente contributo ha la finalità di esaminare gli effetti, sulla protezione dei diritti dei lavoratori, dei mutamenti nei sistemi organizzativi, nel settore pubblico e privato, connessi all’evoluzione del riconoscimento del c.d. “diritto alla disconnessione” nel rapporto di la- voro. Le più recenti disposizioni in materia di disconnessione, sono infatti contenute nella legge 6 maggio 2021, n. 61 e nel Protocollo sul lavoro agile del 7 dicembre 2021, in confronto alla legislazione in materia dei principali Paesi UE e alla risoluzione del PE n. 2019/2181 concernente la raccomandazione alla Commissione europea sulla proposta di direttiva in ma- teria di disconnessione, che vengono esaminati allo scopo di individuarne i contorni essen- ziali e le differenze, nella prospettiva della regolamentazione del fenomeno in ambito UE. Il saggio si sofferma, da un lato, sulla necessità di individuare forme di regolamentazione del fenomeno che non siano limitate alle ipotesi di “telelavoro”, inteso come lavoro a do- micilio svolto integralmente a distanza, ovvero di “lavoro agile”, inteso come meccanismo di flessibilità organizzativa che prevede lo svolgimento di parte dell’attività a distanza, ma che siano piuttosto collegate al riconoscimento di un vero e proprio diritto generalizzato, sulla scorta di una visione organica del fenomeno e dunque collegato allo svolgimento di qualsiasi prestazione lavorativa che avvenga mediante l’ausilio di strumentazioni informa- tiche. Particolari considerazioni vengono sviluppate, in conclusione, anche al possibile supera- mento della nozione stessa di “diritto alla disconnessione”, connessa alla crescente espe- rienza nell’ambito della contrattazione collettiva di nuovi criteri di misurazione della prestazione di lavoro, in ambito settimanale, mensile ovvero annuale e, quindi all’emergere del fenomeno della valorizzazione del c.d. “lavoro per obiettivi” in luogo di quello su base oraria.

Evoluzione dei sistemi organizzativi nell'impresa e tutela dei diritti dei lavoratori nel quadro della regolamentazione europea: dal diritto alla "disconnessione", al lavoro "per obiettivi".

Marcello D'Aponte
2022

Abstract

Il presente contributo ha la finalità di esaminare gli effetti, sulla protezione dei diritti dei lavoratori, dei mutamenti nei sistemi organizzativi, nel settore pubblico e privato, connessi all’evoluzione del riconoscimento del c.d. “diritto alla disconnessione” nel rapporto di la- voro. Le più recenti disposizioni in materia di disconnessione, sono infatti contenute nella legge 6 maggio 2021, n. 61 e nel Protocollo sul lavoro agile del 7 dicembre 2021, in confronto alla legislazione in materia dei principali Paesi UE e alla risoluzione del PE n. 2019/2181 concernente la raccomandazione alla Commissione europea sulla proposta di direttiva in ma- teria di disconnessione, che vengono esaminati allo scopo di individuarne i contorni essen- ziali e le differenze, nella prospettiva della regolamentazione del fenomeno in ambito UE. Il saggio si sofferma, da un lato, sulla necessità di individuare forme di regolamentazione del fenomeno che non siano limitate alle ipotesi di “telelavoro”, inteso come lavoro a do- micilio svolto integralmente a distanza, ovvero di “lavoro agile”, inteso come meccanismo di flessibilità organizzativa che prevede lo svolgimento di parte dell’attività a distanza, ma che siano piuttosto collegate al riconoscimento di un vero e proprio diritto generalizzato, sulla scorta di una visione organica del fenomeno e dunque collegato allo svolgimento di qualsiasi prestazione lavorativa che avvenga mediante l’ausilio di strumentazioni informa- tiche. Particolari considerazioni vengono sviluppate, in conclusione, anche al possibile supera- mento della nozione stessa di “diritto alla disconnessione”, connessa alla crescente espe- rienza nell’ambito della contrattazione collettiva di nuovi criteri di misurazione della prestazione di lavoro, in ambito settimanale, mensile ovvero annuale e, quindi all’emergere del fenomeno della valorizzazione del c.d. “lavoro per obiettivi” in luogo di quello su base oraria.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/894675
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact