La funzione dell’impresa e dell’imprenditore è stata ed è tuttora al centro di intensi dibattiti che, molto spesso, travalicano i tradizionali confini se!oriali, per coinvolgere ambiti assai diversi. All’impostazione concettuale di studiosi quali Friedman, che vedeva l’impresa quale organizzazione economica per il conseguimento del profilo, oggi si contrappone una visione più ampia che, alle tradizionali e immancabili finalità di ordine economico, attribuisce all’impresa una spiccata funzione di tipo sociale, peraltro quest’ultima associata a una conseguente e importante responsabilità. Il passaggio di paradigma è emblematico di questioni e riflessioni che, evidentemente, sono ben più ampie di quelle tipiche delle discipline economico-aziendali e, soprattutto, investono il vissuto complessivo dei moderni sistemi sociali, non limitandosi alle sole componenti economiche. Alla luce di ciò, è evidente come il dibattito sulle finalità aziendali si sia ulteriormente acceso con la diffusione dell’impresa sociale, proprio a ragione del peculiare, delicato, intricato e complesso rapporto che sussiste in queste particolari organizzazioni aziendali tra cara!eristiche specifiche e finalismi perseguiti. Partendo da ciò, questo lavoro è inteso a chiarire la figura conce!uale dell’impresa sociale che, nella prospettiva degli studi aziendali, è contraddistinta dal potenziale ruolo di superamento della tradizionale concezione della funzione imprenditoriale quale sterile mezzo di produzione di ricchezza economico-finanziaria. Per addivenire a tale scopo, dopo un necessario richiamo all’inquadramento conce!uale delle finalità dell’impresa, utile per la definizione delle possibili combinazioni imprenditoriali, lo scritto affronta il delicato rapporto tra impresa e socialità allo scopo di alimentare, nella parte finale, il dibattito sul tema valutativo dell’impresa sociale con alcune riflessioni e considerazioni che non hanno alcuna intenzione di essere conclusive, ma solo di stimolo agli studi e alle ricerche sull’impresa sociale, anche in considerazione della oggettiva complessità di tale tematica.

L'impresa sociale: valutazioni errate o errate valutazioni?

Renato Civitillo
2021

Abstract

La funzione dell’impresa e dell’imprenditore è stata ed è tuttora al centro di intensi dibattiti che, molto spesso, travalicano i tradizionali confini se!oriali, per coinvolgere ambiti assai diversi. All’impostazione concettuale di studiosi quali Friedman, che vedeva l’impresa quale organizzazione economica per il conseguimento del profilo, oggi si contrappone una visione più ampia che, alle tradizionali e immancabili finalità di ordine economico, attribuisce all’impresa una spiccata funzione di tipo sociale, peraltro quest’ultima associata a una conseguente e importante responsabilità. Il passaggio di paradigma è emblematico di questioni e riflessioni che, evidentemente, sono ben più ampie di quelle tipiche delle discipline economico-aziendali e, soprattutto, investono il vissuto complessivo dei moderni sistemi sociali, non limitandosi alle sole componenti economiche. Alla luce di ciò, è evidente come il dibattito sulle finalità aziendali si sia ulteriormente acceso con la diffusione dell’impresa sociale, proprio a ragione del peculiare, delicato, intricato e complesso rapporto che sussiste in queste particolari organizzazioni aziendali tra cara!eristiche specifiche e finalismi perseguiti. Partendo da ciò, questo lavoro è inteso a chiarire la figura conce!uale dell’impresa sociale che, nella prospettiva degli studi aziendali, è contraddistinta dal potenziale ruolo di superamento della tradizionale concezione della funzione imprenditoriale quale sterile mezzo di produzione di ricchezza economico-finanziaria. Per addivenire a tale scopo, dopo un necessario richiamo all’inquadramento conce!uale delle finalità dell’impresa, utile per la definizione delle possibili combinazioni imprenditoriali, lo scritto affronta il delicato rapporto tra impresa e socialità allo scopo di alimentare, nella parte finale, il dibattito sul tema valutativo dell’impresa sociale con alcune riflessioni e considerazioni che non hanno alcuna intenzione di essere conclusive, ma solo di stimolo agli studi e alle ricerche sull’impresa sociale, anche in considerazione della oggettiva complessità di tale tematica.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Civitillo ImpresaSociale-2021-01.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 1.65 MB
Formato Adobe PDF
1.65 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/894654
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact