Lo storico presidenziale può contare su numerose fonti, che raccontano e riassumono, i profili, le personalità e gli uffici di tutti i capi dello Stato dell’Italia repubblicana. Nello spazio dedicato al Presidente della Repubblica1, OpenPolis raccoglie numerosi approfondimenti utili all’analisi dell’istituzione e alle sue vicende elettorali: mappe del potere, con cui sono tracciate le relazioni delle persone del Quirinale, curriculum dei presidenti e dei possibili candidati, le nomine, i grandi elettori e altro. Alle analisi proposte negli articoli, si affiancano i «Numeri», 32 grafici, che riassumono dati storici e comparati: dall’età dei presidenti alla lunghezza dei mandati, dal numero di scrutini necessari per la loro elezione ai nomi più ricorrenti come possibili candidati al Colle, dalle parole più utilizzate dai presidenti ai temi più ricorrenti nei loro discorsi. Ognuno corredato da una descrizione e un approfondimento, che contestualizza il dato descritto con il riferimento all’articolo della costituzione che lo norma. Nel blog si ritrova anche una breve sintesi dell’identikit dei presidenti, alla luce di alcune caratteristiche di base dei passati presidenti, tutti di provenienza politica forte e con all’attivo una consolidata storia al vertice delle istituzioni2. Il Corriere della Sera dedica una pagina a tutti i Presidenti della repubblica italiana3, presentati con una breve scheda, che riassume i tratti salienti della presidenza, e gli elementi chiave della storia politica per cui questa si è caratterizzata. La banca dati dell’Archivio Luce4, per esempio, raccoglie centinaia di video, organizzati in sezioni personali per ognuno degli inquilini del Quirinale, che ritraggono i presidenti in occasioni diverse – più o meno istituzionali – nel corso dei loro mandati. Eppure, il quadro raccontato da queste fonti non riesce a restituire il disorientamento prodotto da quella che sarà a lungo ricordata come l’elezione più sgangherata della storia presidenziale, che ha condotto Mattarella ad accettare il nuovo incarico come un atto di responsabilità. A questo epilogo si è arrivati dopo un intenso periodo di attività mediatica, che merita un approfondimento, per i suoi effetti sul circuito politico. Questa rubrica si differenzia dalle precedenti perché non fa leva su fonti documentali e riflessioni sistematiche, ma raccoglie impressioni e suggestioni a caldo sull’elezione del Presidente della Repubblica. Lo svolgimento delle trattative nei dieci giorni che hanno preceduto l’elezione presidenziale è articolato qui attraverso i passaggi in cui il cortocircuito media-partiti è stato più visibile.

Il cortocircuito media-partiti nell’elezione del capo dello Stato

rosanna de rosa
Primo
Writing – Original Draft Preparation
;
valentina reda
Writing – Original Draft Preparation
2022

Abstract

Lo storico presidenziale può contare su numerose fonti, che raccontano e riassumono, i profili, le personalità e gli uffici di tutti i capi dello Stato dell’Italia repubblicana. Nello spazio dedicato al Presidente della Repubblica1, OpenPolis raccoglie numerosi approfondimenti utili all’analisi dell’istituzione e alle sue vicende elettorali: mappe del potere, con cui sono tracciate le relazioni delle persone del Quirinale, curriculum dei presidenti e dei possibili candidati, le nomine, i grandi elettori e altro. Alle analisi proposte negli articoli, si affiancano i «Numeri», 32 grafici, che riassumono dati storici e comparati: dall’età dei presidenti alla lunghezza dei mandati, dal numero di scrutini necessari per la loro elezione ai nomi più ricorrenti come possibili candidati al Colle, dalle parole più utilizzate dai presidenti ai temi più ricorrenti nei loro discorsi. Ognuno corredato da una descrizione e un approfondimento, che contestualizza il dato descritto con il riferimento all’articolo della costituzione che lo norma. Nel blog si ritrova anche una breve sintesi dell’identikit dei presidenti, alla luce di alcune caratteristiche di base dei passati presidenti, tutti di provenienza politica forte e con all’attivo una consolidata storia al vertice delle istituzioni2. Il Corriere della Sera dedica una pagina a tutti i Presidenti della repubblica italiana3, presentati con una breve scheda, che riassume i tratti salienti della presidenza, e gli elementi chiave della storia politica per cui questa si è caratterizzata. La banca dati dell’Archivio Luce4, per esempio, raccoglie centinaia di video, organizzati in sezioni personali per ognuno degli inquilini del Quirinale, che ritraggono i presidenti in occasioni diverse – più o meno istituzionali – nel corso dei loro mandati. Eppure, il quadro raccontato da queste fonti non riesce a restituire il disorientamento prodotto da quella che sarà a lungo ricordata come l’elezione più sgangherata della storia presidenziale, che ha condotto Mattarella ad accettare il nuovo incarico come un atto di responsabilità. A questo epilogo si è arrivati dopo un intenso periodo di attività mediatica, che merita un approfondimento, per i suoi effetti sul circuito politico. Questa rubrica si differenzia dalle precedenti perché non fa leva su fonti documentali e riflessioni sistematiche, ma raccoglie impressioni e suggestioni a caldo sull’elezione del Presidente della Repubblica. Lo svolgimento delle trattative nei dieci giorni che hanno preceduto l’elezione presidenziale è articolato qui attraverso i passaggi in cui il cortocircuito media-partiti è stato più visibile.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
1594-6061-38012-10.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 513.5 kB
Formato Adobe PDF
513.5 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/892825
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact