Il presente contributo, partendo dai dati del Bureau of Labor Statistics (BLS), il principale database delle agenzie investigative del governo statunitense, analizza da un punto di vista geografico le dinamiche relative all’andamento dei posti di lavoro nei diversi settori produttivi pre- e post-pandemia.L’approccio metodologico proposto si basa su un test di ipotesi bivalente. Una prima ipotesi è relativa alla possibile differenziazione geografica tra gli Stati, in relazione alle variazioni nel numero dei posti di lavoro persi e recuperati. Una seconda ipotesi attiene alla possibile differenziazione tra i vari settori produttivi a cui i dati si riferiscono.I risultati hanno mostrato tre particolari evidenze, una forte omogeneità delle variazioni analizzate tra tutti gli Stati, una particolare autocorrelazione spaziale riconoscibile sia negli Stati caratterizzati da perdite maggiori, sia in quelli a minore e media intensità di perdite, e infine, un’assenza di differenziali settoriali.

Un’analisi geografica delle dinamiche del lavoro pre- e post-pandemia negli Stati Uniti

De Falco S
;
Giulia Fiorentino
2022

Abstract

Il presente contributo, partendo dai dati del Bureau of Labor Statistics (BLS), il principale database delle agenzie investigative del governo statunitense, analizza da un punto di vista geografico le dinamiche relative all’andamento dei posti di lavoro nei diversi settori produttivi pre- e post-pandemia.L’approccio metodologico proposto si basa su un test di ipotesi bivalente. Una prima ipotesi è relativa alla possibile differenziazione geografica tra gli Stati, in relazione alle variazioni nel numero dei posti di lavoro persi e recuperati. Una seconda ipotesi attiene alla possibile differenziazione tra i vari settori produttivi a cui i dati si riferiscono.I risultati hanno mostrato tre particolari evidenze, una forte omogeneità delle variazioni analizzate tra tutti gli Stati, una particolare autocorrelazione spaziale riconoscibile sia negli Stati caratterizzati da perdite maggiori, sia in quelli a minore e media intensità di perdite, e infine, un’assenza di differenziali settoriali.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
17747-Articolo-37255-1-10-20220701.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 1.11 MB
Formato Adobe PDF
1.11 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/889663
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact