Originario di Cappella, a metà strada tra Bacoli e Monte di Procida, Michele Sovente ha fatto del suo territorio l’ambientazione privilegiata della sua poesia. Tra i luoghi che maggiormente la connotano, figurano i paesaggi tellurici dei Campi Flegrei: tra le acque del lago d’Averno e la “barbarica Pozzuoli” si stagliano spazi arsi animati da memorie, spettri e fantasmi che sorgono dai fumi sulfurei e dagli sciami bradisismici. Accanto al territorio flegreo è presente Napoli, metropoli contemporanea “mai troppo intossicata”, brulicante di vita, che presenta rovine e segni del tempo diversi eppure analoghi a quelli della sua provincia. Attraverso la lettura della produzione soventiana si propone una prima indagine sui luoghi in cui si muove questa voce poetica che non si limita a cantare le odi della Campania felix, ma che osserva la devastazione ambientale e culturale in cui versa il territorio.

La Campania phoenix di Michele Sovente

Giuseppe Andrea Liberti
2018

Abstract

Originario di Cappella, a metà strada tra Bacoli e Monte di Procida, Michele Sovente ha fatto del suo territorio l’ambientazione privilegiata della sua poesia. Tra i luoghi che maggiormente la connotano, figurano i paesaggi tellurici dei Campi Flegrei: tra le acque del lago d’Averno e la “barbarica Pozzuoli” si stagliano spazi arsi animati da memorie, spettri e fantasmi che sorgono dai fumi sulfurei e dagli sciami bradisismici. Accanto al territorio flegreo è presente Napoli, metropoli contemporanea “mai troppo intossicata”, brulicante di vita, che presenta rovine e segni del tempo diversi eppure analoghi a quelli della sua provincia. Attraverso la lettura della produzione soventiana si propone una prima indagine sui luoghi in cui si muove questa voce poetica che non si limita a cantare le odi della Campania felix, ma che osserva la devastazione ambientale e culturale in cui versa il territorio.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Liberti_La Campania phoenix di Sovente_2018.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 817.72 kB
Formato Adobe PDF
817.72 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/887838
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact