La proposta di regolamento «sulla tutela del bilancio dell’Unione in caso di carenze generalizzate riguardanti lo Stato di diritto negli Stati membri» costituisce l’ultima delle risposte alla recente crisi applicativa della rule of law nell’ordinamento dell’Unione. Il sostanziale fallimento dell’art. 7 TUE ha richiesto infatti una ridefinizione del quadro di tutele da parte di tutte le istituzioni europee coinvolte nella supervisione sulla corretta applicazione del diritto dell’Unione. Ed è in questo contesto che si inserisce la proposta di regolamento in esame, che permetterebbe alla Commissione di accertare in prima battuta le «carenze generalizzate per quanto riguarda lo Stato di diritto» e di presentare al Consiglio una proposta di decisione sulle misure finanziarie più idonee da adottare. Tuttavia, nonostante l’obiettivo fissato con la proposta sia senza dubbio lodevole e sebbene sia vero che tale meccanismo risulta essere incisivo dal punto di vista delle tutele, non può sottovalutarsi la circostanza che esso sollevi più di qualche dubbio circa la sua compatibilità con i Trattati.

È la rule of law a proteggere il bilancio dell’Unione o viceversa? La nuova proposta di regolamento «sulle carenze generalizzate riguardanti lo Stato di diritto»

circolo andrea
2019

Abstract

La proposta di regolamento «sulla tutela del bilancio dell’Unione in caso di carenze generalizzate riguardanti lo Stato di diritto negli Stati membri» costituisce l’ultima delle risposte alla recente crisi applicativa della rule of law nell’ordinamento dell’Unione. Il sostanziale fallimento dell’art. 7 TUE ha richiesto infatti una ridefinizione del quadro di tutele da parte di tutte le istituzioni europee coinvolte nella supervisione sulla corretta applicazione del diritto dell’Unione. Ed è in questo contesto che si inserisce la proposta di regolamento in esame, che permetterebbe alla Commissione di accertare in prima battuta le «carenze generalizzate per quanto riguarda lo Stato di diritto» e di presentare al Consiglio una proposta di decisione sulle misure finanziarie più idonee da adottare. Tuttavia, nonostante l’obiettivo fissato con la proposta sia senza dubbio lodevole e sebbene sia vero che tale meccanismo risulta essere incisivo dal punto di vista delle tutele, non può sottovalutarsi la circostanza che esso sollevi più di qualche dubbio circa la sua compatibilità con i Trattati.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
DUE 2019 Regolamento bilancio.pdf

accesso aperto

Descrizione: Regolamento condizionalità DUE 2019
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 1.84 MB
Formato Adobe PDF
1.84 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/866969
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact