(Estratto da Introduzione di Virginia Gangemi)Il lavoro di ricerca compiuto da Giulia Bonelli deve essere considerato particolarmente apprezzabile per diversi motivi, fra cui emerge l’impegno a mediare fra l’esigenza di affrontare il tema della valutazione della Qualità ecosistemica, conservando un alto livello di rigore scientifico, e la volontà di proporre, al tempo stesso, senza indulgere in eccessive semplificazioni, uno strumento di valutazione di non difficile applicazione ed utilizzazione, anche da parte di tecnici non altamente specializzati. Dobbiamo infatti considerare che molti degli strumenti di valutazione della qualità ambientale oggi disponibili per gli edifici residenziali assumono solo alcune delle qualità attribuibili all’ambito ecosistemico, e propongono un iter procedurale particolarmente complesso, che scoraggia sia Enti Pubblici che privati ad una applicazione di tali metodiche su vasta scala.(…). Nello studio condotto da Giulia Bonelli, la verifica della applicabilità immediata del metodo di valutazione proposto è affidata anche alla sperimentazione effettuata attraverso il riferimento ad alcuni casi di studio, che consentono di porre a confronto soluzioni progettuali o interventi realizzati alternativi, per individuare quali siano i complessi residenziali più appropriati, che garantiscono una effettiva qualità ecosistemica. E’ da questa fase della ricerca che scaturisce la più significativa legittimazione del metodo di valutazione proposto, in quanto ha consentito di “misurare” in concreto che cosa è e come si manifesta, la qualità ecosistemica. Un’altra dimensione, presente nella ricerca condotta, può essere riconosciuta nella possibilità di essere assunta come elemento di orientamento progettuale, per la indicazione di strategie tese alla realizzazione di edifici residenziali ecocompatibili. E’ quindi con notevole compiacimento che accolgo la pubblicazione dello studio di Giulia Bonelli che ha aperto, con particolare sensibilità ed impegno, una strada di ricerca ancora oggi percorsa, attraverso sviluppi ed ulteriori evoluzioni, fornendo in tal modo un notevole contributo al settore di ricerca della Tecnologia dell’Architettura.

La qualità ecosistemica nell'edilizia residenziale pubblica. S.O.VA.QU.E. un nuovo strumento operativo per la valutazione

BONELLI, GIULIA
2005

Abstract

(Estratto da Introduzione di Virginia Gangemi)Il lavoro di ricerca compiuto da Giulia Bonelli deve essere considerato particolarmente apprezzabile per diversi motivi, fra cui emerge l’impegno a mediare fra l’esigenza di affrontare il tema della valutazione della Qualità ecosistemica, conservando un alto livello di rigore scientifico, e la volontà di proporre, al tempo stesso, senza indulgere in eccessive semplificazioni, uno strumento di valutazione di non difficile applicazione ed utilizzazione, anche da parte di tecnici non altamente specializzati. Dobbiamo infatti considerare che molti degli strumenti di valutazione della qualità ambientale oggi disponibili per gli edifici residenziali assumono solo alcune delle qualità attribuibili all’ambito ecosistemico, e propongono un iter procedurale particolarmente complesso, che scoraggia sia Enti Pubblici che privati ad una applicazione di tali metodiche su vasta scala.(…). Nello studio condotto da Giulia Bonelli, la verifica della applicabilità immediata del metodo di valutazione proposto è affidata anche alla sperimentazione effettuata attraverso il riferimento ad alcuni casi di studio, che consentono di porre a confronto soluzioni progettuali o interventi realizzati alternativi, per individuare quali siano i complessi residenziali più appropriati, che garantiscono una effettiva qualità ecosistemica. E’ da questa fase della ricerca che scaturisce la più significativa legittimazione del metodo di valutazione proposto, in quanto ha consentito di “misurare” in concreto che cosa è e come si manifesta, la qualità ecosistemica. Un’altra dimensione, presente nella ricerca condotta, può essere riconosciuta nella possibilità di essere assunta come elemento di orientamento progettuale, per la indicazione di strategie tese alla realizzazione di edifici residenziali ecocompatibili. E’ quindi con notevole compiacimento che accolgo la pubblicazione dello studio di Giulia Bonelli che ha aperto, con particolare sensibilità ed impegno, una strada di ricerca ancora oggi percorsa, attraverso sviluppi ed ulteriori evoluzioni, fornendo in tal modo un notevole contributo al settore di ricerca della Tecnologia dell’Architettura.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/7671
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact