La Consulta accoglie il 'binomio indissolubile' del biodiritto penale in tema di fine vita