Il saggio avvicina anzitutto alcuni tratti della riflessione di Emmanuel Lévinas, per mostrare come la relazione etica con il volto dell’Altro comporti una deliberata rimozione della questione del sensibile. Che è la questione dell’arte, come la seconda parte del saggio si propone di mostrare, attraverso una ricognizione di alcuni momenti significativi della ricerca intorno alla monocromia del bianco. Malevič, Manzoni, Rauschenberg, Judd, sono gli autori presenti lungo questo percorso, che prova infine a dar ragione e senso al nesso stabilito dal filosofo lituano fra esperienze artistiche contemporanee e nozione dell’il y a.

Bianco, o della rimozione del sensibile

Massimo Adinolfi
2017

Abstract

Il saggio avvicina anzitutto alcuni tratti della riflessione di Emmanuel Lévinas, per mostrare come la relazione etica con il volto dell’Altro comporti una deliberata rimozione della questione del sensibile. Che è la questione dell’arte, come la seconda parte del saggio si propone di mostrare, attraverso una ricognizione di alcuni momenti significativi della ricerca intorno alla monocromia del bianco. Malevič, Manzoni, Rauschenberg, Judd, sono gli autori presenti lungo questo percorso, che prova infine a dar ragione e senso al nesso stabilito dal filosofo lituano fra esperienze artistiche contemporanee e nozione dell’il y a.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Il Pensiero 2017-1 Adinolfi.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 285.6 kB
Formato Adobe PDF
285.6 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/743417
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact