Nella memoria è presentato un metodo per la localizzazione della sorgente di una contaminazione accidentale in un sistema di distribuzione idrica. La procedura, basata su alcune ipotesi semplificative, è di semplice utilizzo ed ha un basso costo computazionale. In particolare, nel lavoro è presentata un’applicazione del metodo proposto al caso studio del sistema di adduzione primaria dell’acquedotto Vesuviano, in provincia di Napoli. Il buon risultato ottenuto conferma l’applicabilità del metodo a reti reali complesse, che non necessariamente raggiungono condizioni stazionarie.

Un metodo per l’individuazione dell’origine di una contaminazione in un sistema di distribuzione idrica. – Applicazione al caso studio reale dell’acquedotto Vesuviano

C. DI CRISTO;
2010

Abstract

Nella memoria è presentato un metodo per la localizzazione della sorgente di una contaminazione accidentale in un sistema di distribuzione idrica. La procedura, basata su alcune ipotesi semplificative, è di semplice utilizzo ed ha un basso costo computazionale. In particolare, nel lavoro è presentata un’applicazione del metodo proposto al caso studio del sistema di adduzione primaria dell’acquedotto Vesuviano, in provincia di Napoli. Il buon risultato ottenuto conferma l’applicabilità del metodo a reti reali complesse, che non necessariamente raggiungono condizioni stazionarie.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
deMarinis_DiCristo_Leopardi_L'Acqua2010.pdf

non disponibili

Dimensione 440.85 kB
Formato Adobe PDF
440.85 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/742036
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact