Il contributo verte sui rapporti tra diritto e religione attraverso la musica e più specificamente attraverso la regolamentazione dell’uso della musica nel suo aspetto cultuale e liturgico. In particolare si evidenzia la diversa funzione che la musica riveste negli interventi normativi riguardanti in particolar modo la liturgia luterana e calvinista. Difatti, anche nelle innovazioni rituali specifiche si realizza la rappresentazione di una concezione teologica identificativa e distintiva rispetto alla Chiesa di Roma

Linguaggi liturgici e identità religiose nella Riforma Protestante. La musica nel rito luterano e calvinista.

Maria d'Arienzo
2018

Abstract

Il contributo verte sui rapporti tra diritto e religione attraverso la musica e più specificamente attraverso la regolamentazione dell’uso della musica nel suo aspetto cultuale e liturgico. In particolare si evidenzia la diversa funzione che la musica riveste negli interventi normativi riguardanti in particolar modo la liturgia luterana e calvinista. Difatti, anche nelle innovazioni rituali specifiche si realizza la rappresentazione di una concezione teologica identificativa e distintiva rispetto alla Chiesa di Roma
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
d_arienzo Linguaggi liturgici e musicali (6) Dir. e rel. 2-2018, n. 26[15415].pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 598.98 kB
Formato Adobe PDF
598.98 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/740031
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact