"La battaglia di Algeri". La sensazione di un'assenza di immagini