Il contributo analizza la sentenza n. 109 del 2018 della Corte costituzionale e permette di affrontare il tema delle concessioni demaniali marittime anche alla luce del diritto comunitario, che ha affrontato il tema nell'ambito della disciplina della concorrenza. Nell'ambito del rapporto tra concessioni demaniale e regola della concorrenza si sostiene l'importanza di un continuo e costante bilanciamento tra quest'ultima e la valorizzazione di una particolare categoria di beni, i beni comuni, per garantire un più equo e diffuso godimento dei diritti ad essi collegati.

Le concessioni demaniali marittime e la democratizzazione della regola della concorrenza

A Lucarelli
2018

Abstract

Il contributo analizza la sentenza n. 109 del 2018 della Corte costituzionale e permette di affrontare il tema delle concessioni demaniali marittime anche alla luce del diritto comunitario, che ha affrontato il tema nell'ambito della disciplina della concorrenza. Nell'ambito del rapporto tra concessioni demaniale e regola della concorrenza si sostiene l'importanza di un continuo e costante bilanciamento tra quest'ultima e la valorizzazione di una particolare categoria di beni, i beni comuni, per garantire un più equo e diffuso godimento dei diritti ad essi collegati.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/732235
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact