Cosa significa “educare” nella società contemporanea attraversata dai crescenti processi di globalizzazione e integrazione forzata, sconvolta dai conflitti per le risorse economiche fondamentali (come l’acqua, la terra e le risorse energetiche)? Questo volume mette a tema alcune delle questioni fondamentali che intersecano i concetti di educazione e di cultura, così co- me possono essere declinati e ripensati nella complessità del panorama con- temporaneo. I recenti flussi migratori portano ad un rimescolamento di cul- ture e tradizioni che improvvisamente si trovano in contatto ad una velocità e con una densità - soltanto pochi decenni fa - nemmeno immaginabili (Ro- sa, 2015). Le guerre, le devastazioni, il terrorismo comportano per moltitu- dini crescenti della popolazione mondiale o vere e proprie “espulsioni” (Sassen, 2014) o dolorose migrazioni in cerca di pace e di condizioni di vita dignitose, per cercare rifugio in altri paesi molto lontani da quelli di origi- ne. In questa situazione i conflitti culturali, i processi discriminatori, i raz- zismi rappresentano ulteriori e sempre più elevati fattori critici che vanno ad aggiungersi a quelli della società del rischio e contro i quali l’educazione in senso lato può e deve dare un contributo fondamentale.

Educazione e cultura per la democrazia: introduzione

Roberto Serpieri;
2018

Abstract

Cosa significa “educare” nella società contemporanea attraversata dai crescenti processi di globalizzazione e integrazione forzata, sconvolta dai conflitti per le risorse economiche fondamentali (come l’acqua, la terra e le risorse energetiche)? Questo volume mette a tema alcune delle questioni fondamentali che intersecano i concetti di educazione e di cultura, così co- me possono essere declinati e ripensati nella complessità del panorama con- temporaneo. I recenti flussi migratori portano ad un rimescolamento di cul- ture e tradizioni che improvvisamente si trovano in contatto ad una velocità e con una densità - soltanto pochi decenni fa - nemmeno immaginabili (Ro- sa, 2015). Le guerre, le devastazioni, il terrorismo comportano per moltitu- dini crescenti della popolazione mondiale o vere e proprie “espulsioni” (Sassen, 2014) o dolorose migrazioni in cerca di pace e di condizioni di vita dignitose, per cercare rifugio in altri paesi molto lontani da quelli di origi- ne. In questa situazione i conflitti culturali, i processi discriminatori, i raz- zismi rappresentano ulteriori e sempre più elevati fattori critici che vanno ad aggiungersi a quelli della società del rischio e contro i quali l’educazione in senso lato può e deve dare un contributo fondamentale.
9788891773890
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/718339
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact