Tra la fine del secolo XIX e l’inizio di quello scorso, l’impiego di nuovi materiali e di nuove soluzioni costruttive ha dato vita a due filoni di ricerca nell’ambito della cultura progettuale: il primo indirizzato sullo studio del benessere, o meglio del confort ambientale, ed il secondo nella ricerca di un rinnovato concetto di spazio architettonico e di una diversa funzionalità dell’edificio. Il tema della finestre, quale apertura di un involucro murario, assume una importanza basilare in questa nuova progettualità. La tecnologia svolge un ruolo fondamentale perché è capace di ridurre l’involucro edilizio ad un diaframma senza che venga a mancare la qualità fisica dell’abitare. Il passaggio dall’artigianalità all’industrializzazione richiede un nuovo modo di pensare perché il modello ideativo è strettamente legato a quello produttivo. In questo quadro la normativa, in cui confluiscono gli aspetti delle verifiche in fase di ideazione, esecuzione e della regola d’arte rappresenta il segno tangibile dell’esigenza collettiva di un controllo. La questione ruota fondamentalmente intorno a tre definizioni: “esigenze”, “requisito”, “prestazione” tutte sintetizzate nel concetto di qualità intesa come risposta alle esigenze in relazione a ciascun elemento edilizio. In particolare la qualità di un serramento dipende da una serie di requisiti legati a prestazioni come la regolazione energetica, la protezione dagli intrusi, la resistenza agli urti, ecc. finalizzate al benessere o alla sicurezza anche delle relazioni con la tradizione, con il contesto ambientale e culturale e con il gusto. A partire dalla classificazione e terminologia dei serramenti in legno e delle caratteristiche delle essenze lignee maggiormente utilizzate e della lavorazione relativa lo studio si sviluppa attraverso una panoramica approfondita, degli infissi e delle tecnologie di realizzazione dal primo quarantennio del XX secolo agli anni novanta dello stesso. Si studia quindi il ruolo del serramento nel confort degli ambienti abitati con particolare riferimento alle norme vigenti ed alle prove di accettabilità necessarie nella scelta di un infisso. Conclude il lavoro l’esperienza di una metodologia di recupero dell’infisso.

I serramenti in legno nell'involucro edilizio

PETRELLA, PASQUALE;
2004

Abstract

Tra la fine del secolo XIX e l’inizio di quello scorso, l’impiego di nuovi materiali e di nuove soluzioni costruttive ha dato vita a due filoni di ricerca nell’ambito della cultura progettuale: il primo indirizzato sullo studio del benessere, o meglio del confort ambientale, ed il secondo nella ricerca di un rinnovato concetto di spazio architettonico e di una diversa funzionalità dell’edificio. Il tema della finestre, quale apertura di un involucro murario, assume una importanza basilare in questa nuova progettualità. La tecnologia svolge un ruolo fondamentale perché è capace di ridurre l’involucro edilizio ad un diaframma senza che venga a mancare la qualità fisica dell’abitare. Il passaggio dall’artigianalità all’industrializzazione richiede un nuovo modo di pensare perché il modello ideativo è strettamente legato a quello produttivo. In questo quadro la normativa, in cui confluiscono gli aspetti delle verifiche in fase di ideazione, esecuzione e della regola d’arte rappresenta il segno tangibile dell’esigenza collettiva di un controllo. La questione ruota fondamentalmente intorno a tre definizioni: “esigenze”, “requisito”, “prestazione” tutte sintetizzate nel concetto di qualità intesa come risposta alle esigenze in relazione a ciascun elemento edilizio. In particolare la qualità di un serramento dipende da una serie di requisiti legati a prestazioni come la regolazione energetica, la protezione dagli intrusi, la resistenza agli urti, ecc. finalizzate al benessere o alla sicurezza anche delle relazioni con la tradizione, con il contesto ambientale e culturale e con il gusto. A partire dalla classificazione e terminologia dei serramenti in legno e delle caratteristiche delle essenze lignee maggiormente utilizzate e della lavorazione relativa lo studio si sviluppa attraverso una panoramica approfondita, degli infissi e delle tecnologie di realizzazione dal primo quarantennio del XX secolo agli anni novanta dello stesso. Si studia quindi il ruolo del serramento nel confort degli ambienti abitati con particolare riferimento alle norme vigenti ed alle prove di accettabilità necessarie nella scelta di un infisso. Conclude il lavoro l’esperienza di una metodologia di recupero dell’infisso.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/7123
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact