Questo lavoro, basato sull’osservazione partecipante, nasce da un’esperienza di tirocinio in un contesto multiculturale, l’Associazione Pianoterra Onlus: tra i servizi offerti, figura uno spazio di consulenza pediatrica multiculturale che vede collaborare il pediatra e lo psicologo. La multiculturalità, infatti, porta nella stanza del pediatra un malinteso culturale: lo scontro fra la cultura del medico e quella del paziente è amplificato dallo scontro tra la cultura occidentale e la cultura straniera. Lo Scaffolding si muove, pertanto, lungo una doppia integrazione tra codici e promuove uno “svezzamento culturale”: rende, cioè, il paziente competente a trattare con l’incertezza di contesti culturali stranieri, perché paziente e perché migrante; il processo di elaborazione della delega - conoscitiva e culturale - è, inoltre, facilitato dal bambino che, crescendo a cavallo tra le culture, può fungere da risorsa di senso, promuovendo Cum-sensum. Il malinteso culturale diventa, così, campo semiotico: ovvero ri-apre alla possibilità del con-senso a partire da significati negoziati e condivisi.

Un’esperienza di Scaffolding Psicologico alla relazione sanitaria: la pediatria multiculturale.

DICE', FRANCESCA;FREDA, MARIA FRANCESCA
2017

Abstract

Questo lavoro, basato sull’osservazione partecipante, nasce da un’esperienza di tirocinio in un contesto multiculturale, l’Associazione Pianoterra Onlus: tra i servizi offerti, figura uno spazio di consulenza pediatrica multiculturale che vede collaborare il pediatra e lo psicologo. La multiculturalità, infatti, porta nella stanza del pediatra un malinteso culturale: lo scontro fra la cultura del medico e quella del paziente è amplificato dallo scontro tra la cultura occidentale e la cultura straniera. Lo Scaffolding si muove, pertanto, lungo una doppia integrazione tra codici e promuove uno “svezzamento culturale”: rende, cioè, il paziente competente a trattare con l’incertezza di contesti culturali stranieri, perché paziente e perché migrante; il processo di elaborazione della delega - conoscitiva e culturale - è, inoltre, facilitato dal bambino che, crescendo a cavallo tra le culture, può fungere da risorsa di senso, promuovendo Cum-sensum. Il malinteso culturale diventa, così, campo semiotico: ovvero ri-apre alla possibilità del con-senso a partire da significati negoziati e condivisi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/679741
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact