Il diritto di partecipazione tra democrazia e disordine sociale