Vesuvio, Zona Rossa e incubi notturni