Sul rinnovato "sistema" di relazioni industriali