La teoria dell’origine antropica del riscaldamento globale, sostenuta dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), presenta notevoli limiti che sono stati discussi nella mia relazione per il convegno “Storia ed evoluzione del clima terrestre” tenutosi a Padova il 28-10-2015. In sintesi, l’uomo contribuisce ai cambiamenti climatici ma sicuramente meno di quanto dichiarato dall’IPCC perché la stima proposta è basata su modelli climatici dimostratisi incapaci di riprodurre la variabilità naturale del sistema. L’analisi della fenomenologia dei cambiamenti climatici globali dimostra che almeno il 50% del riscaldamento della Terra osservato sin dal 1850 (circa 0.8-0.9 oC) è stato indotto da numerose oscillazioni naturali con periodi variabili dalla scala annuale a quella millenaria. E’ stato dimostrato che molte di queste oscillazioni sono correlate ad oscillazioni solari, lunari e planetarie. La presenza di oscillazioni naturali di origine astronomica permette lo sviluppo di modelli fenomenologici con una elevata probabilità predittiva

Influenze astronomiche e oscillazioni naturali del clima terrestre

SCAFETTA, NICOLA
2016

Abstract

La teoria dell’origine antropica del riscaldamento globale, sostenuta dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), presenta notevoli limiti che sono stati discussi nella mia relazione per il convegno “Storia ed evoluzione del clima terrestre” tenutosi a Padova il 28-10-2015. In sintesi, l’uomo contribuisce ai cambiamenti climatici ma sicuramente meno di quanto dichiarato dall’IPCC perché la stima proposta è basata su modelli climatici dimostratisi incapaci di riprodurre la variabilità naturale del sistema. L’analisi della fenomenologia dei cambiamenti climatici globali dimostra che almeno il 50% del riscaldamento della Terra osservato sin dal 1850 (circa 0.8-0.9 oC) è stato indotto da numerose oscillazioni naturali con periodi variabili dalla scala annuale a quella millenaria. E’ stato dimostrato che molte di queste oscillazioni sono correlate ad oscillazioni solari, lunari e planetarie. La presenza di oscillazioni naturali di origine astronomica permette lo sviluppo di modelli fenomenologici con una elevata probabilità predittiva
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/630883
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact