La forma della menzogna. Un riflessione su Wilde e Nietzsche