Progettare "tra" e "con" i resti: i luoghi e le architetture dell’abbandono