La venerazione come "contraccolpo" emotivo della prassi visionaria tra giudaismo del periodo ellenistico-romano e proto-cristianesimo (I sec. a.C.-II sec. d.C.)