Abitare le contraddizioni, vincolare l’incrementalismo. Città e campi rom nell’Italia della crisi