La "profondità strategica" della Turchia e il Medio Oriente che verrà