Dalla rivoluzione alla democrazia del comune. Lavoro, singolarità, desiderio