Qual è il limite estremo entro il quale uno Stato può comprimere le libertà fondamentali per prevenire il pericolo terroristico? Questa domanda è attuale in molti paesi, anche di consolidata tradizione democratica, e pone sotto pressione postulati fondamentali della dottrina costituzionalistica. Per formulare una risposta l'Autrice parte dalla considerazione che il terrorismo presenta oggi caratteristiche nuove e diverse rispetto al passato. Prende poi in esame le principali misure antiterroristiche in itinere o già adottate dagli Stati dell’Unione europea, con particolare riguardo all’Italia. Infine, suggerisce un modello di legge della paura conforme ai parametri di legittimità inizialmente posti.

Le libertà fondamentali in tempo di ordinario terrorismo

DE MINICO, GIOVANNA
2015

Abstract

Qual è il limite estremo entro il quale uno Stato può comprimere le libertà fondamentali per prevenire il pericolo terroristico? Questa domanda è attuale in molti paesi, anche di consolidata tradizione democratica, e pone sotto pressione postulati fondamentali della dottrina costituzionalistica. Per formulare una risposta l'Autrice parte dalla considerazione che il terrorismo presenta oggi caratteristiche nuove e diverse rispetto al passato. Prende poi in esame le principali misure antiterroristiche in itinere o già adottate dagli Stati dell’Unione europea, con particolare riguardo all’Italia. Infine, suggerisce un modello di legge della paura conforme ai parametri di legittimità inizialmente posti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/606969
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact