Il convegno di studi tenutasi nel marzo del 2014 al Centro per l’eccellenza europea italo-tedesco “Villa Vigoni” dal titolo: “La provocazione del reale. Nuovo realismo e razionalismo. Un dibattito architettonico e filosofico tra Germania e Italia” con il sapiente coordinamento scientifico di Günter Abel, Maurizio Ferraris, Silvia Malcovati e Fritz Neumeyer, ha rappresentato, dopo l’uscita del Manifesto del Nuovo Realismo, pubblicato in quello stesso anno dal filosofo torinese Maurizio Ferraris, una delle numerose iniziative attorno al rapporto tra architettura e realismo e più in generale tra architettura e filosofia susseguitisi a partire dal 2012. In particolare i convegni Nuovo realismo e architettura della città (Torino, 4.12.2012), Uno spazio reale e adeguato. Architettura e realismo (Napoli, 11.12.2012), Nuovo Realismo e Razionalismo (Torino 30.05.2013) e Neuer Realismus und Rationalismus (Berlin 14-15.11.2013) avevano stimolato un intenso dibattito tra filosofi e architetti per cui, come affermano i curatori, l’obiettivo delle giornate di studi lariane era quello «di far emergere più chiaramente i momenti inter- e transdisciplinari della discussione e di definire più precisamente l’importanza e il significato della nozione di realismo come strumento critico nella teoria e nella pratica».

La provocazione del reale. Nuovo realismo e razionalismo, un dibattito architettonico e filosofico tra Italia e Germania. Convegno Internazionale di Studi, Villa Vigoni, Menaggio (Como), 31 marzo - 3 aprile 2014.

CAPOZZI, RENATO
2015

Abstract

Il convegno di studi tenutasi nel marzo del 2014 al Centro per l’eccellenza europea italo-tedesco “Villa Vigoni” dal titolo: “La provocazione del reale. Nuovo realismo e razionalismo. Un dibattito architettonico e filosofico tra Germania e Italia” con il sapiente coordinamento scientifico di Günter Abel, Maurizio Ferraris, Silvia Malcovati e Fritz Neumeyer, ha rappresentato, dopo l’uscita del Manifesto del Nuovo Realismo, pubblicato in quello stesso anno dal filosofo torinese Maurizio Ferraris, una delle numerose iniziative attorno al rapporto tra architettura e realismo e più in generale tra architettura e filosofia susseguitisi a partire dal 2012. In particolare i convegni Nuovo realismo e architettura della città (Torino, 4.12.2012), Uno spazio reale e adeguato. Architettura e realismo (Napoli, 11.12.2012), Nuovo Realismo e Razionalismo (Torino 30.05.2013) e Neuer Realismus und Rationalismus (Berlin 14-15.11.2013) avevano stimolato un intenso dibattito tra filosofi e architetti per cui, come affermano i curatori, l’obiettivo delle giornate di studi lariane era quello «di far emergere più chiaramente i momenti inter- e transdisciplinari della discussione e di definire più precisamente l’importanza e il significato della nozione di realismo come strumento critico nella teoria e nella pratica».
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Capozzi_Op.cit 154.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 112.81 kB
Formato Adobe PDF
112.81 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/602021
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact