Nella prospettiva della teoria sociale cognitiva le percezioni di efficacia collettiva rivestono un ruolo centrale per il buon funzionamento di un’équipe di lavoro e il raggiungimento di una prestazione efficace (Bandura 1997). Sebbene i processi responsabili dello sviluppo delle convinzioni di efficacia collettiva a differenti livelli siano gli stessi, rispetto ad un gruppo di lavoro, il livello macro-organizzativo comporta una complessità maggiore dovuta al coordinamento e alla sinergia dei diversi settori organizzativi. Questo implica una modalità differenziata di operazionalizzazione dell’efficacia collettiva e di conseguenza la necessità di scale di misura ad hoc per la rilevazione del costrutto. OBIETTIVI In due studi, testare la validità dell’Organizational Efficacy Scale (OES, Bohn, 2010), analizzando la struttura, l’attendibilità, la validità divergente, convergente e discriminante e l’invarianza tra gruppi. Obiettivo studio 1: esaminare la struttura fattoriale della scala e la validità convergente, divergente e discriminante, considerando i dipendenti di un pastificio. Obiettivo studio 2: confermare la struttura dell’OES, esaminare la validità convergente, divergente e discriminante considerando operatori sanitari ospedalieri; Infine, testare l’invarianza per tipo di organizzazione considerando i partecipanti ai due studi.

Adattamento italiano dell’ Organizational Efficacy Scale di Bohn per la rilevazione dell’efficacia organizzativa percepita nelle organizzazioni produttive

CAPONE, Vincenza;PETRILLO, GIOVANNA
2013

Abstract

Nella prospettiva della teoria sociale cognitiva le percezioni di efficacia collettiva rivestono un ruolo centrale per il buon funzionamento di un’équipe di lavoro e il raggiungimento di una prestazione efficace (Bandura 1997). Sebbene i processi responsabili dello sviluppo delle convinzioni di efficacia collettiva a differenti livelli siano gli stessi, rispetto ad un gruppo di lavoro, il livello macro-organizzativo comporta una complessità maggiore dovuta al coordinamento e alla sinergia dei diversi settori organizzativi. Questo implica una modalità differenziata di operazionalizzazione dell’efficacia collettiva e di conseguenza la necessità di scale di misura ad hoc per la rilevazione del costrutto. OBIETTIVI In due studi, testare la validità dell’Organizational Efficacy Scale (OES, Bohn, 2010), analizzando la struttura, l’attendibilità, la validità divergente, convergente e discriminante e l’invarianza tra gruppi. Obiettivo studio 1: esaminare la struttura fattoriale della scala e la validità convergente, divergente e discriminante, considerando i dipendenti di un pastificio. Obiettivo studio 2: confermare la struttura dell’OES, esaminare la validità convergente, divergente e discriminante considerando operatori sanitari ospedalieri; Infine, testare l’invarianza per tipo di organizzazione considerando i partecipanti ai due studi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/593550
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact