La recensione dà conto dei risultati dell’incontro tenutosi a Firenze in occasione del centenario della morte di John Ruskin. Le diverse giornate dedicate allo studioso inglese hanno fatto emergere l’attualità della sua teoria della conservazione, analizzata e indagata sotto i suoi diversi aspetti tra cui quello dei legami con la cultura italiana e delle sue diverse manifestazioni, facendo emergere la particolare potenzialità, o i significativi limiti, all’accoglienza delle istanze di Ruskin in un’Italia che raggiungeva la sua unità con tutti i risvolti politici e sociali nella cultura architettonica e, di riflesso, in quella del restauro.

Recensione al Convegno L’eredità italiana di John Ruskin, (Firenze, 15-19 novembre 2000)

MARINO, BIANCA
2001

Abstract

La recensione dà conto dei risultati dell’incontro tenutosi a Firenze in occasione del centenario della morte di John Ruskin. Le diverse giornate dedicate allo studioso inglese hanno fatto emergere l’attualità della sua teoria della conservazione, analizzata e indagata sotto i suoi diversi aspetti tra cui quello dei legami con la cultura italiana e delle sue diverse manifestazioni, facendo emergere la particolare potenzialità, o i significativi limiti, all’accoglienza delle istanze di Ruskin in un’Italia che raggiungeva la sua unità con tutti i risvolti politici e sociali nella cultura architettonica e, di riflesso, in quella del restauro.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/587395
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact