Sull'impiego dei criteri energetici per la definizione dello stato viscoplastico dei corpi cilindrici di forte spessore