La "favola" transessuale: una riflessione psicoanalitica