Ostilità e affetto negativo come fattori di rischio coronarico