Insidie ed equivoci nella valutazione del danno alla persona