Riflessioni etico-deontologiche sulla libertà di scelta della donna tra taglio cesareo e parto vaginale