Compatibilità della vita con una calcemia a 21,4 mg/dl: raro caso clinico