Cassa integrazione e presunta obbligatorietà di un criterio rotativo