UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI “FEDERICO II” POLO DELLE SCIENZE E DELLE TECNOLOGIE FACOLTA’ DI ARCHITETTURA DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE URBANA E DI URBANISTICA LA SCIENZA PER LE DONNE GENDER DAY LA SCIENZA DELLE DONNE Città della Scienza, 10 marzo 2011, Napoli EMMA BUONDONNO CURARE LA CAMPANIA LA COSTELLAZIONE DELLE CITTA’ DELLE DONNE Gruppo di ricerca Emilia Battisti, Roberta Crescenzo, Chiara D’Alise, Marisa D’Onofrio, Silvana La Peruta, Stefania Lupi ISBN: 978-88-904709-7-4 REGIONE CAMPANIA. LA COSTELLAZIONE DELLE 100 CITTA’ Masterplan, 2010 Per il buon governo del territorio della Campania, il risanamento ambientale e l’adeguata applicazione della Legge sul Piano Casa è necessario riequilibrare dal punto di vista amministrativo e politico i 551 attuali Comuni della Regione in100 Città Medie oltre la Città Metropolitana di Napoli. Portici, 2008. DOS e PIU’ Europa L’obiettivo prioritario del Documento di Orientamento Strategico e del Programma Integrato Urbano di Portici, per il miglioramento della qualità della vita della città è l’alleggerimento della densità edilizia e abitativa nonché la valorizzazione della fascia costiera tra gli approdi del Granatello e di Pietrarsa attraverso la mitigazione dell’impatto determinato dal fascio di binari ferroviari. I presupposti e le linee programmatiche del DOS e del PIU’ hanno trovato risoluzione in un progetto unitario vincitore del concorso internazionale. Il corridoio ecologico del parco monumentale della Reggia di Portici si estende dall’approdo del Granatello all’antica Fagianeria di Resina, in corrispondenza dello svincolo Situazione attuale 56.009 abitanti, 4,52 kmq, 12.391 ab/kmq Proposta alternativa Città media15.000 abitanti Giugliano, 2009. DOS e PIU’ Europa L’obiettivo per Giugliano di una città media per 100 mila abitanti implica il contenimento abitativo ed edilizio. La ricucitura tra l’espansione urbana spontanea della fascia costiera e la città storica può avvenire attraverso il prolungamento della rete su ferro agganciando le stazioni di Licola e di grotta del Sole alla stazione di Giugliano della Metro Campania Nord-Est. Situazione attuale 110.065 abitanti, 94,19 kmq, 1.171 ab/kmq Proposta alternativa Città media Iulianum 50.000 abitanti e Liternum 50.000 abitanti Grazzanise, 2010. Masterplan Risanamento ambientale / Restauro del paesaggio agrario / Ring di natura della città storica / Valorizzazione produttiva agricola e zootecnica / Unità Urbana / Servizi integrati / Tecnologie avanzate / Ecosostenibilità. Situazione attuale 6.847 abitanti, 46,99 kmq, 146 ab/kmq Proposta alternativa Città media 20.000 abitanti Santa Maria la Fossa. Masterplan Situazione attuale 2.678 abitanti, 29,52 kmq, 91 ab/kmq Proposta alternativa Città media 15.000 abitanti Ercolano, 2007. Indirizzi urbanistici Situazione attuale 55.952 abitanti, 19,64 kmq, 2.849 ab/kmq Proposta alternativa Città media 15.000 abitanti CENTRI STORICI A CONFRONTO Econeapolis, 1986 Gli studi per il recupero della città stratificata di Napoli sono stati condotti dal 1980 al 2000. Gli obiettivi del piano di recupero sono articolati nelle tre linee programmatiche: Risanamento ambientale; Sistema integrato dei trasporti; Attrezzature e servizi collettivi. La salvaguardia integrale del patrimonio edilizio di interesse storico, costruito dalle origini fino alla seconda guerra mondiale, è perseguibile mediante l’alleggerimento della densità edilizia delle costruzioni recenti avulse dal contesto urbanistico e architettonico, prive di qualità e obsolete dal punto di vista impiantistico, tecnologico e non adeguate alla normativa antisismica. Il restauro e il ripristino degli orti e dei giardini storici consentirà il miglioramento del microclima e la riqualificazione del waterfront congiungerà nuovamente la città storica al mare. IL RECUPERO PRUDENTE Ercolano, 2010 Per migliorare la qualità della vita è necessario integrare le ragioni della storia e del sito archeologico, con le esigenze della comunità attualmente insediata, tenendo conto della fragilità ambientale e del rischio vulcanico del Vesuvio. Santa Maria Capua Vetere, 2010 La perimetrazione del centro storico è stabilita in base agli studi del Beloch, con la definizione delle porte e della murazione. Casilinum e l’Antica Capua erano i capisaldi dell’armatura urbana campana della I Regio di epoca imperiale.

Curare la Campania. La Costellazione delle città delle donne.

BUONDONNO, EMMA
2011

Abstract

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI “FEDERICO II” POLO DELLE SCIENZE E DELLE TECNOLOGIE FACOLTA’ DI ARCHITETTURA DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE URBANA E DI URBANISTICA LA SCIENZA PER LE DONNE GENDER DAY LA SCIENZA DELLE DONNE Città della Scienza, 10 marzo 2011, Napoli EMMA BUONDONNO CURARE LA CAMPANIA LA COSTELLAZIONE DELLE CITTA’ DELLE DONNE Gruppo di ricerca Emilia Battisti, Roberta Crescenzo, Chiara D’Alise, Marisa D’Onofrio, Silvana La Peruta, Stefania Lupi ISBN: 978-88-904709-7-4 REGIONE CAMPANIA. LA COSTELLAZIONE DELLE 100 CITTA’ Masterplan, 2010 Per il buon governo del territorio della Campania, il risanamento ambientale e l’adeguata applicazione della Legge sul Piano Casa è necessario riequilibrare dal punto di vista amministrativo e politico i 551 attuali Comuni della Regione in100 Città Medie oltre la Città Metropolitana di Napoli. Portici, 2008. DOS e PIU’ Europa L’obiettivo prioritario del Documento di Orientamento Strategico e del Programma Integrato Urbano di Portici, per il miglioramento della qualità della vita della città è l’alleggerimento della densità edilizia e abitativa nonché la valorizzazione della fascia costiera tra gli approdi del Granatello e di Pietrarsa attraverso la mitigazione dell’impatto determinato dal fascio di binari ferroviari. I presupposti e le linee programmatiche del DOS e del PIU’ hanno trovato risoluzione in un progetto unitario vincitore del concorso internazionale. Il corridoio ecologico del parco monumentale della Reggia di Portici si estende dall’approdo del Granatello all’antica Fagianeria di Resina, in corrispondenza dello svincolo Situazione attuale 56.009 abitanti, 4,52 kmq, 12.391 ab/kmq Proposta alternativa Città media15.000 abitanti Giugliano, 2009. DOS e PIU’ Europa L’obiettivo per Giugliano di una città media per 100 mila abitanti implica il contenimento abitativo ed edilizio. La ricucitura tra l’espansione urbana spontanea della fascia costiera e la città storica può avvenire attraverso il prolungamento della rete su ferro agganciando le stazioni di Licola e di grotta del Sole alla stazione di Giugliano della Metro Campania Nord-Est. Situazione attuale 110.065 abitanti, 94,19 kmq, 1.171 ab/kmq Proposta alternativa Città media Iulianum 50.000 abitanti e Liternum 50.000 abitanti Grazzanise, 2010. Masterplan Risanamento ambientale / Restauro del paesaggio agrario / Ring di natura della città storica / Valorizzazione produttiva agricola e zootecnica / Unità Urbana / Servizi integrati / Tecnologie avanzate / Ecosostenibilità. Situazione attuale 6.847 abitanti, 46,99 kmq, 146 ab/kmq Proposta alternativa Città media 20.000 abitanti Santa Maria la Fossa. Masterplan Situazione attuale 2.678 abitanti, 29,52 kmq, 91 ab/kmq Proposta alternativa Città media 15.000 abitanti Ercolano, 2007. Indirizzi urbanistici Situazione attuale 55.952 abitanti, 19,64 kmq, 2.849 ab/kmq Proposta alternativa Città media 15.000 abitanti CENTRI STORICI A CONFRONTO Econeapolis, 1986 Gli studi per il recupero della città stratificata di Napoli sono stati condotti dal 1980 al 2000. Gli obiettivi del piano di recupero sono articolati nelle tre linee programmatiche: Risanamento ambientale; Sistema integrato dei trasporti; Attrezzature e servizi collettivi. La salvaguardia integrale del patrimonio edilizio di interesse storico, costruito dalle origini fino alla seconda guerra mondiale, è perseguibile mediante l’alleggerimento della densità edilizia delle costruzioni recenti avulse dal contesto urbanistico e architettonico, prive di qualità e obsolete dal punto di vista impiantistico, tecnologico e non adeguate alla normativa antisismica. Il restauro e il ripristino degli orti e dei giardini storici consentirà il miglioramento del microclima e la riqualificazione del waterfront congiungerà nuovamente la città storica al mare. IL RECUPERO PRUDENTE Ercolano, 2010 Per migliorare la qualità della vita è necessario integrare le ragioni della storia e del sito archeologico, con le esigenze della comunità attualmente insediata, tenendo conto della fragilità ambientale e del rischio vulcanico del Vesuvio. Santa Maria Capua Vetere, 2010 La perimetrazione del centro storico è stabilita in base agli studi del Beloch, con la definizione delle porte e della murazione. Casilinum e l’Antica Capua erano i capisaldi dell’armatura urbana campana della I Regio di epoca imperiale.
9788890470974
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/382298
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact