Le rughe dello Statuto e le maschere del futuro