Research was carried out in Naples province in 2004 and 2005, in winter, with the aim of assessing the production and quality of basil plants grown in pot (peat-lapil) inside plastic gullies, under a thermal PE polytunnel equipped with an air heating system. Four plant densities (9, 12, 15 and 18 plants per pot) were compared, arranging a randomised complete block design with three replicates. The 12 plants per pot density gave the best results, in terms of weights and leaf area and, not differently from the 9 units treatment, showed the shortest cycle duration. As regards individual features, the 9 plants per pot produced the best performances, i.e. the highest stem thickness. Plant water and nutrient uptakes showed the highest intensities in the last growing week, in the 12 plants pots, except for phosphorus and calcium, whose adsorptions didn’t differ between the 9 and 12 unit treatments. La ricerca é stata condotta in Campania nel 2004 e 2005, nella stagione invernale, con l’obiettivo di valutare la produzione di piantine di basilico (cv “Gecom FT”) allevato in vaso, all’interno di una serra-tunnel rivestita con film di PE termico e dotata di generatori di aria calda. Sono stati posti a confronto quattro densità d’investimento (9, 12, 15 e 18 piante per vaso), adottando un disegno sperimentale a blocchi completi randomizzati con tre ripetizioni; ciascun trattamento includeva 30 piante. L’impianto idroponico consisteva di: a) canalette rigide in PVC (larghe ciascuna 12 cm, profonde 10 e lunghe 300), posizionate a 70 cm di altezza dal suolo; b) contenitori in plastica da 220 l; c) pompe sommerse della potenza di 90 W; tubazioni di mandata e ritorno in PE. I vasi, riempiti con torba e lapillo (rapporto di 1:1 in volume), sono stati collocati nelle canalette il 15 gennaio, attraverso fori praticati nel film di PE bianco e distanziati di 10 cm lungo e tra le file (18 per m2). Le piante sono state alimentate con una soluzione nutritiva (EC = 2.8 mS•cm-1; pH=5.8; N:K:Ca=1.0:1.2:0.9), che non è stata mai corretta ma completamente cambiata al termine di ciascun ciclo settimanale. Tra le densità esaminate, quelle basate su 12 piante per vaso hanno determinato i valori più elevati di produzione ed espansione fogliare e, unitamente al trattamento “9 piante per vaso”, hanno manifestato la durata del ciclo colturale più breve. In termini di singole piante, invece, la densità di 9 unità per alloggiamento ha generato i migliori risultati, soprattutto lo spessore degli steli più rilevante. Gli assorbimenti giornalieri idrici e nutrizionali hanno espresso le intensità più elevate nell’ultima settimana del ciclo e nei vasi contenenti 12 piante. Un’eccezione è stata rappresentata da fosforo e calcio, che sono stati assunti dalle piante con ritmi analoghi in corrispondenza delle due densità colturali più basse (9 e 12 piante per vaso).

Effetti della densità di piante su crescita e produzione di basilico allevato in canaletta per subirrigazione

CARUSO, GIANLUCA;MELCHIONNA, GIUSEPPE;CONTI, STEFANO
2010

Abstract

Research was carried out in Naples province in 2004 and 2005, in winter, with the aim of assessing the production and quality of basil plants grown in pot (peat-lapil) inside plastic gullies, under a thermal PE polytunnel equipped with an air heating system. Four plant densities (9, 12, 15 and 18 plants per pot) were compared, arranging a randomised complete block design with three replicates. The 12 plants per pot density gave the best results, in terms of weights and leaf area and, not differently from the 9 units treatment, showed the shortest cycle duration. As regards individual features, the 9 plants per pot produced the best performances, i.e. the highest stem thickness. Plant water and nutrient uptakes showed the highest intensities in the last growing week, in the 12 plants pots, except for phosphorus and calcium, whose adsorptions didn’t differ between the 9 and 12 unit treatments. La ricerca é stata condotta in Campania nel 2004 e 2005, nella stagione invernale, con l’obiettivo di valutare la produzione di piantine di basilico (cv “Gecom FT”) allevato in vaso, all’interno di una serra-tunnel rivestita con film di PE termico e dotata di generatori di aria calda. Sono stati posti a confronto quattro densità d’investimento (9, 12, 15 e 18 piante per vaso), adottando un disegno sperimentale a blocchi completi randomizzati con tre ripetizioni; ciascun trattamento includeva 30 piante. L’impianto idroponico consisteva di: a) canalette rigide in PVC (larghe ciascuna 12 cm, profonde 10 e lunghe 300), posizionate a 70 cm di altezza dal suolo; b) contenitori in plastica da 220 l; c) pompe sommerse della potenza di 90 W; tubazioni di mandata e ritorno in PE. I vasi, riempiti con torba e lapillo (rapporto di 1:1 in volume), sono stati collocati nelle canalette il 15 gennaio, attraverso fori praticati nel film di PE bianco e distanziati di 10 cm lungo e tra le file (18 per m2). Le piante sono state alimentate con una soluzione nutritiva (EC = 2.8 mS•cm-1; pH=5.8; N:K:Ca=1.0:1.2:0.9), che non è stata mai corretta ma completamente cambiata al termine di ciascun ciclo settimanale. Tra le densità esaminate, quelle basate su 12 piante per vaso hanno determinato i valori più elevati di produzione ed espansione fogliare e, unitamente al trattamento “9 piante per vaso”, hanno manifestato la durata del ciclo colturale più breve. In termini di singole piante, invece, la densità di 9 unità per alloggiamento ha generato i migliori risultati, soprattutto lo spessore degli steli più rilevante. Gli assorbimenti giornalieri idrici e nutrizionali hanno espresso le intensità più elevate nell’ultima settimana del ciclo e nei vasi contenenti 12 piante. Un’eccezione è stata rappresentata da fosforo e calcio, che sono stati assunti dalle piante con ritmi analoghi in corrispondenza delle due densità colturali più basse (9 e 12 piante per vaso).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ih_caruso_vqr.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 5.2 MB
Formato Adobe PDF
5.2 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/377955
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact