Viene presentata una metodologia innovativa per la valutazione della vulnerabilità del funzionamento di un impianto di depurazione nei confronti di eventi che potrebbero comportare il superamento dei limiti di normativa nei reflui trattati, basata su un modello matematico finalizzato alla stima del rischio di fuori-servizio. Il modello viene proposto come strumento di partenza per approntare un piano di manutenzione dell’impianto su base predittiva, e per ottimizzare l’approvvigionamento del magazzino scorte. Per mostrarne la funzionalità ed i limiti di utilizzo, il modello viene applicato ad un impianto di depurazione per reflui civili di dimensioni medio/piccole ubicato nella provincia di Napoli, illustrando ecommentando la significatività dei risultati ottenibili.

La Gestione Ottimale degli Impianti di Depurazione

FABBRICINO, MASSIMILIANO
2010

Abstract

Viene presentata una metodologia innovativa per la valutazione della vulnerabilità del funzionamento di un impianto di depurazione nei confronti di eventi che potrebbero comportare il superamento dei limiti di normativa nei reflui trattati, basata su un modello matematico finalizzato alla stima del rischio di fuori-servizio. Il modello viene proposto come strumento di partenza per approntare un piano di manutenzione dell’impianto su base predittiva, e per ottimizzare l’approvvigionamento del magazzino scorte. Per mostrarne la funzionalità ed i limiti di utilizzo, il modello viene applicato ad un impianto di depurazione per reflui civili di dimensioni medio/piccole ubicato nella provincia di Napoli, illustrando ecommentando la significatività dei risultati ottenibili.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/369480
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact