Partendo dalla sentenza n. 68 del 2010 della Corte costituzionale, lo scritto ricostruisce, per linee generali, i profili oggettivi della prorogatio, guardando poi all'utilizzo dell'istituto nella forma di governo regionale, per come definita dall'impianto costituzionale del Titolo V e dalle nuove previsioni statutarie. Il lavoro ripercorre l'evoluzione normativa in materia e i principali interventi giurisprudenziali, analizzando in chiave problematica le sovrapposizioni che spesso si producono tra la normativa statutaria e quella elettorale.

La corte costituzionale torna sul tema della prorogatio degli organi politici regionali. considerazioni a margine della sent. n. 68 del 2010

FERRAIUOLO, GENNARO
2010

Abstract

Partendo dalla sentenza n. 68 del 2010 della Corte costituzionale, lo scritto ricostruisce, per linee generali, i profili oggettivi della prorogatio, guardando poi all'utilizzo dell'istituto nella forma di governo regionale, per come definita dall'impianto costituzionale del Titolo V e dalle nuove previsioni statutarie. Il lavoro ripercorre l'evoluzione normativa in materia e i principali interventi giurisprudenziali, analizzando in chiave problematica le sovrapposizioni che spesso si producono tra la normativa statutaria e quella elettorale.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
G Ferraiuolo - nota a sentenza 68 2010 - Le Regioni.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 108.43 kB
Formato Adobe PDF
108.43 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/368879
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact