Il SIT per l’analisi del degrado di beni architettonici e/o archeologici del centro antico di Napoli, in particolare sul Decumano Maggiore, crea un sistema che consente il riconoscimento e il geo-posizionamento dei beni e un collegamento con il database delle schede di rilievo che registrano indicatori chimico-fisici e strutturali del bene. Attraverso strumenti di analisi spaziale si analizza il degrado registrato (e potenziale) sul bene nonché il degrado che deriva dal contesto ambientale in cui ricade. Scopo principale è proporre un Sistema Informativo Territoriale a scala urbana e creare una carta del rischio locale di tali beni.

Uso di tecnologia GIS per l'analisi del degrado di beni archeologici e/o architettonici

SESSA, SALVATORE
2009

Abstract

Il SIT per l’analisi del degrado di beni architettonici e/o archeologici del centro antico di Napoli, in particolare sul Decumano Maggiore, crea un sistema che consente il riconoscimento e il geo-posizionamento dei beni e un collegamento con il database delle schede di rilievo che registrano indicatori chimico-fisici e strutturali del bene. Attraverso strumenti di analisi spaziale si analizza il degrado registrato (e potenziale) sul bene nonché il degrado che deriva dal contesto ambientale in cui ricade. Scopo principale è proporre un Sistema Informativo Territoriale a scala urbana e creare una carta del rischio locale di tali beni.
9788854826892
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/361323
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact