Il presente Volume raccoglie i contributi di due incontri di studio che si sono svolti presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Napoli “Federico II”, nei mesi di marzo e maggio 2008, rispettiva-mente sul “caso” dei mutui subprime e sulle connessioni tra crisi finan-ziaria e vigilanza. Crisi che si è propagata con rapidità impressionante dagli Stati Uniti al resto del mondo grazie, tra l’altro, alla globalizzazione delle re-lazioni finanziarie internazionali e all’esistenza di intermediari operanti a livello sovranazionale, specie tra l’ordinamento statunitense e quello comunitario. Crisi non solo finanziaria, tuttavia, in quanto la sua gravi-tà e l’entità delle perdite accertate (e prospettate) hanno prodotto effetti disastrosi anche per l’economia reale (in termini di costi dei salvataggi bancari e finanziari, perdita di posti di lavoro, distruzione del risparmio privato, e così via). Va detto, però, che la globalizzazione è stata solo uno “strumento” di diffusione della crisi la quale vede piuttosto la sua genesi in un complesso intreccio di fattori e condotte poco trasparenti e, talora, ai limiti della legalità (eccessiva leva finanziaria, intervento di soggetti non vigilati, carenza o difetto di controlli e così via). Un’analisi esauriente della genesi e dell’evoluzione della crisi è affrontata nei vari interventi raccolti nel Volume.

La crisi dei mercati finanziari

RISPOLI, MARILENA;
2009

Abstract

Il presente Volume raccoglie i contributi di due incontri di studio che si sono svolti presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Napoli “Federico II”, nei mesi di marzo e maggio 2008, rispettiva-mente sul “caso” dei mutui subprime e sulle connessioni tra crisi finan-ziaria e vigilanza. Crisi che si è propagata con rapidità impressionante dagli Stati Uniti al resto del mondo grazie, tra l’altro, alla globalizzazione delle re-lazioni finanziarie internazionali e all’esistenza di intermediari operanti a livello sovranazionale, specie tra l’ordinamento statunitense e quello comunitario. Crisi non solo finanziaria, tuttavia, in quanto la sua gravi-tà e l’entità delle perdite accertate (e prospettate) hanno prodotto effetti disastrosi anche per l’economia reale (in termini di costi dei salvataggi bancari e finanziari, perdita di posti di lavoro, distruzione del risparmio privato, e così via). Va detto, però, che la globalizzazione è stata solo uno “strumento” di diffusione della crisi la quale vede piuttosto la sua genesi in un complesso intreccio di fattori e condotte poco trasparenti e, talora, ai limiti della legalità (eccessiva leva finanziaria, intervento di soggetti non vigilati, carenza o difetto di controlli e così via). Un’analisi esauriente della genesi e dell’evoluzione della crisi è affrontata nei vari interventi raccolti nel Volume.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/361103
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact