La chora nel Timeo di Platone rappresenta quella natura che è priva di forma per poter accogliere tutte le forme. Tale indeterminazione della chora, madre e luogo della generazione cosmica, è accostabile a quella del poeta nella condizione dell’enthusiasmos, artefice della generazione poetica.

La "chora" nel "Timeo" di Platone: una scena per il teatro del mondo

PALUMBO, LIDIA
2008

Abstract

La chora nel Timeo di Platone rappresenta quella natura che è priva di forma per poter accogliere tutte le forme. Tale indeterminazione della chora, madre e luogo della generazione cosmica, è accostabile a quella del poeta nella condizione dell’enthusiasmos, artefice della generazione poetica.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
01 Palumbo_estr.pdf

non disponibili

Tipologia: Abstract
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 186.65 kB
Formato Adobe PDF
186.65 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/359092
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact